Venezia72 / Fuori concorso- Everest [3D]

Venezia72 - Kathryn Boyd con Josh Brolin sul red carpet del flm Everest - foto Valentina Zanaga
Venezia72 – Kathryn Boyd con Josh Brolin sul red carpet del flm Everest – foto Valentina Zanaga

Dopo due anni in cui il film d’apertura della Mostra del cinema di Venezia è coinciso con la statuetta al miglior film agli Oscar, c’era molta attesa ieri per la prima mondiale di Everest, pellicola scelta dal direttore Alberto Barbera per inaugurare la 72a edizione e tratta dai fatti realmente accaduti nel 1996 in cui persero la vita otto persone, tentando di scalare la montagna più alta del mondo, raggiungendo gli 8848 metri.

‎Il film è stato diretto dal regista islandese Baltasar Kormákur‎, già autore del bellissimo The deep, e interpretato da un cast stellare: Jason Clarke, Josh Brolin, John Hawkes, Jake Gyllenhaal, Robin Wright, Keira Knightley, Emily Watson e Michael Kelly.
Tratto oltre che da fatti reali, anche dal saggio di Jon Krakauer (alpinista ed autore inoltre di Into the wild, da cui poi Sean Penn diresse l’omonimo film)‎, mette in scena l’impresa tentata da due spedizioni organizzate, dirette da due scalatori esperti, i cui partecipanti pagarono intorno ai 65 mila dollari a testa, poi incorsi in una serie di terribili sconvolgimenti climatici, che han portato solo alcuni di loro ad uscirne vivi.
Purtroppo le doti del gruppo di attori non vengono sfruttate a pieno, causa una sceneggiatura mediocre, che tarda a presentare i personaggi, mentre invece è l’aspetto visivo a tener in piedi il film, a dir poco spettacolare e con un’ottima realizzazione degli effetti speciali e sonori, che vengono sfruttati a pieno grazie alla visione tridimensionale.
Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.