Frammenti d’arte al femminile – Anese Cho a Venezia

Anese Cho, UNTITLED 1, 2018, Laboratorium-Venezia, off Biennale 2019 Foto Maria da Penha Dos Santos

La visione della donna nell’arte della newyorchese Anese Cho, si dichiara “frammentata.” Quasi che l’uomo o la società contemporanea non fossero in grado di percepire nella sua interezza la realtà/madre/natura nel suo aspetto di ancestrale genitrice e di matrice universale.
Le forme gravide e sovrabbondanti dell’eterno femminino concepito da Cho prorompono infatti ironicamente dalle campiture dell’idealizzazione astratta e bidimensionale di  Fragmentation # 4 (ispirata dal Several Circles di Kandinsky) o di Untitled 1, e sono invece compresse nella tridimensione in  Fragmentation # 7. Qui la scultura è sinuosa, laccata, postavanguardistica, ritagliata con apparente leggerezza, poiché  allusiva al fardello di una tradizione che emargina il femminile, origine del mondo, esaltandone al contempo feticisticamente la  qualità della forma, nell’ammiccare all’immaginario dei burlesque, del casinò, delle dark room.

Anese Cho: accanto a un suo lavoro al vernissage di Fragmentation, Venezia Off Biennale
Anese Cho accanto a un suo lavoro al vernissage di Fragmentation, Venezia off Biennale 2019. Foto Maria da Penha Dos Santos

Anese Cho: Fragmentation
Curata da Thalia Vrachopoulos
21 giugno – 22 luglio 2019
Opening 21 giugno 2019 ore 19
presso
Laboratorium-Venezia
Santa Croce- Calle de Mezo, 1592
Venezia VE, Italy 30135
https://www.laboratorium-venezia.com

Agnese Cho, Opere della serie Fragmentation esposte al Laboratorium-Venezia.  Photo courtesy www.fg-comunicazione.it
Agnese Cho, Opere della serie Fragmentation esposte al Laboratorium-Venezia. Photo courtesy www.fg-comunicazione.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *