Formello (RM) – “Convergenze” pittoriche tra Italia e Latinoamerica

E’ in corso a Formello (RM) la prima mostra della rassegna “ Incisione e…” curata da Vinicio Prizia. “Convergenze; quattro artisti a confronto“.
Espongono: Louis Alberto Alvarez, Ruben Martinez, Sergio Millozzi, David Ovidi.
Il Centro per l’Incisione e la Grafica d’Arte del Comune di Formello presenta così il primo capitolo della della serie espositiva che consiste nel proporre varie mostre a cadenza settimanale o quindicinale composte ogni volta da quattro artisti  che prospettano i molti aspetti dell’arte e della grafica contemporanea nazionale ed internazionale. Questo ciclo di mostre si svilupperà dal novembre 2023 al 2024, evidenziando la diffusione capillare della grafica prodotta da artisti di diverse nazionalità e discipline artistiche.
Le esposizioni si terranno tutte nella sede del Centro per l’Incisione e la Grafica d’Arte di Formello, situato in Via Regina Elena, 3, Formello (ROMA).

Luis Alberto Alvarez

La mostra “Convergenze” rappresenta un incontro di quattro talenti provenienti da diverse parti del mondo: Louis Alberto Alvarez, messicano; Ruben Martinez, colombiano residente in Venezuela; Sergio Millozzi e David Ovidi, entrambi italiani. Questi artisti, uniti dal comune interesse per le tecniche dell’incisione, si sono conosciuti durante il corso di tecniche dell’incisione presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, sotto la guida del Professor Giampaolo Berto.
Nonostante le loro diverse origini, i quattro artisti presentano opere che esplorano la completezza della loro espressività, con dipinti e incisioni che rappresentano una fusione impareggiabile di stili e culture.

Louis Alberto Alvarez guida il pubblico in un viaggio di riscoperta delle radici culturali perdute, trasformando l’atto pittorico in una “non azione”, un flusso spontaneo che si ricollega a un tessuto culturale primordiale.

Ruben Martinez

Ruben Martinez, colombiano trapiantato in Venezuela, dipinge un velo di maya, una sottile rappresentazione che separa la realtà dall’illusione. La sua lotta per emergere dalla tela diventa una metafora della lotta umana per affermarsi di fronte all’autoillusione, esplorata con maestria e sensibilità.

Sergio Millozzi, con possenti azioni di colore, sintetizza lo spazio della tela attraverso frasi energiche ed essenziali, colpi di spatola e pennellate sicure, guidate da una mano sicura di sé.

David Ovidi, erede della tradizione della pittura veloce di artisti come Mario Mafai e Mario Schifano, presenta segni fluenti che lo posizionano come un figlio autentico della Scuola romana.

Vi invitiamo a partecipare all’inaugurazione di “Convergenze“, un’esperienza artistica unica che unisce quattro visioni straordinarie in un’unica esibizione. La mostra sarà aperta al pubblico fino a data da destinarsi.
Herta Manenti

Centro per l’Incisione e la Grafica d’Arte di Formello
Via Regina Elena, 3 Formello (ROMA)
Contatti:
tel. 06/90194240-24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *